Sabato 28 Maggio 2016, h 21:00
«Nella notte, una voce»
Sinfonia di suoni, dal silenzio una Parola. Organo e Sacra Scrittura
Quarna Sotto, Chiesa parrocchiale
» Mostra mappa
Meditazione musicale
Con: Roberto Olzer, Organo
A cura di: Quarna, un paese per la musica; Parrocchia di San Nicolao di Quarna Sotto

DESCRIZIONE

PRESENTAZIONE

Diplomato in organo al Conservatorio di Milano e in pianoforte al Conservatorio di Mantova, laureato in Filosofia all’Università Cattolica di Milano, Roberto Olzer si dedica da anni allo studio e alla riscoperta dei temi classici e degli strumenti antichi, oltre che alle tecniche improvvisative nel repertorio jazzistico. Laureato a pieni voti in Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano, affianca all’attività didattica quella compositiva e di arrangiatore (anche per l’Orchestra Sinfonica del Teatro Coccia di Novara e il Decimino di Ottoni del Teatro la Scala di Milano), e quella concertistica classica e jazz, come pianista, organista, solista ed accompagnatore in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Inghilterra e Giappone. Da anni musicista apprezzato, presente spesso nel calendario di Quarna Un paese per la musica (rassegna musicale alla sua 37° Edizione), ha recentemente inciso, il suo primo album per organo, sull’organo Biroldi di Quarna Sotto (VB). Si presenta nel programma Passio 2016 a fianco delle riflessioni di Silvio Barbaglia Sabato 28 Maggio, ore 21.00 Chiesa Parrocchiale di S. Nicolao, Quarna Sotto ‘Nella notte, una voce’ Roberto Olzer, Organo J. S. Bach Preludio e Fuga in mi minore BWV 533 (1675-1750) Der Tag, der ist so freudenreich BWV 605 Heut triumphieret Gottes Sohn BWV 630 Contrapunctus I, dall’Arte della Fuga R. Olzer Crucifixus Priére Victimae Paschali Laudes J. Pachelbel Magnificat IV toni (1653-1706) D. Zipoli Canzona in re minore (1688-1726) V. Petrali Adagio per l’Elevazione (1830-1889) Due versetti per il Gloria R. Olzer ‘Nella notte, una voce’ L. J. Lefebure-Wely Sortie (1817-1869) ROBERTO OLZER Diplomato in organo al Conservatorio di Milano e in pianoforte al Conservatorio di Mantova, si dedica ben presto all’apprendimento e allo sviluppo delle tecniche improvvisative nel repertorio jazzistico grazie anche alla frequentazione di Ramberto Ciammarughi. Laureato a pieni voti in Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano, affianca all’attività didattica quella compositiva (con vari lavori pubblicati), quella di arrangiatore, per svariate formazioni tra le quali l’Orchestra Sinfonica del Teatro Coccia di Novara e il Decimino di Ottoni del Teatro la Scala di Milano, e quella concertistica classica e jazz, come pianista, organista, solista ed accompagnatore in diversi ensemble, in Italia, Svizzera, Francia, Germania, Inghilterra e Giappone. Ha al suo attivo una ventina di album editi da etichette nazionali di jazz quali Abeat, Dodicilune, Splasc(h) e Caligola. Oltre a varie collaborazioni come sideman, è alla guida di un proprio Trio, a fianco di Yuri Goloubev al contrabbasso e Mauro Beggio alla batteria. Ha recentemente inciso, per TRJ Records, il suo primo album per organo, sull’organo Biroldi di Quarna Sotto (VB)